Senza categoria

Grado di attendibilità dei dati nei navigatori satellitari, c’è da fidarsi?

Trovare un buon navigatore satellitare sul mercato non è un problema con i tanti modelli in circolazione, può esserlo se si esige praticità, precisione e comfort riassunti in un solo dispositivo. Oggi, però, non è così difficile con la possibilità che si ha di scegliere fra modelli Gps sempre più precisi e accessoriati. Ci si può aiutare nella scelta con le recensioni che vengono quotidianamente postate in rete su questo o quel prodotto o attingendo a fonti mediatiche affidabile come il portale di settore www.navigatoremigliore.it. Questi ricevitori si basano su 4 parametri: latitudine, longitudine, tempo e altitudine, per cui si presuppone che il dispositivo debba poter contare su almeno 4 satelliti per il calcolo di questi valori, in teoria potrebbe fornire dati anche con meno satelliti, ma aumenterebbe in modo esponenziale il rischio di errore nelle misurazioni.

Di fatto i calcoli di base non sono poi così complessi, ma il fatto stesso che i satelliti si muovano a velocità ultrasoniche e la terra abbia una superficie curva per via della sfericità planetaria complicano le misurazioni che, pertanto, devono poter contare sulla compresenza di più satelliti al servizio del dispositivo.  Per semplificare le cose l’utente può sfruttare un set di dati locali circoscritti alla propria geolocalizzazione che risultano più accurati e particolareggiati, ma il livello statistico e la resa nella fornitura dei dati dipendono dai diversi sistemi di navigazione satellitari adottati. Per chiarire il concetto bisogna partire a monte dal significato del termine Gps (Global Positioning System) che a differenza di quanto si possa pensare non è un’accezione generica che sta ad indicare qualsiasi sistema di navigazione satellitare o, almeno, non lo è più.

Lo è stata in passato, ma ormai per Gps s’intende un termine associato al sistema americano Navstar, a differenza del sistema GNSS (Global Navigation Satellite System) che invece è l’accezione generica utilizzata oggi per i sistemi globali, che al momento sono due: globale e regionale. I globali, come detto poc’anzi, sono i sistemi GNSS che garantiscono una copertura planetaria, mentre i sistemi cosiddetti regionali o areali si limitano a coprire una zona circoscritta.